FAQ - Attuatori elettrici

Mini-slitta elettrica

Cilindro elettrico DNCE

Attuatore MTR-AC

Controllori

...

Mini-slitta elettrica

Qual è la massa spostabile con una mini-slitta elettrica?
Il carico applicato che può essere movimentato con una mini-slitta SLTE dipende dalla posizione di montaggio dell'unità di azionamento.
Posizione di montaggio
orizzontale
Posizione di montaggio
verticale
SLTE-10-... 1,5 kg 0,5 kg
SLTE-16-... 4 kg 2 kg

Up

A che velocità può spostarsi una mini-slitta elettrica?
Posizione di montaggio
orizzontale
Posizione di montaggio
verticale
SLTE-10-... 170 mm/s
SLTE-16-... 210 mm/s

Up

Con quale precisione può posizionarsi una mini-slitta elettrica SLTE?
La precisione di posizionamento della mini-slitta SLTE è compresa nell'intervallo +/- 0,1 mm.

Up

Quale accelerazione può raggiungere una mini-slitta elettrica?
L'accelerazione minima di una mini-slitta elettrica è pari a 0,5 m/s². Il valore massimo è 2,5 m/s².

Up

Quante posizioni possono essere raggiunte con una mini-slitta elettrica?
Per le mini-slitte, nel funzionamento I/O sono possibili 31 record di posizionamento e quindi 31 posizioni. Con l'azionamento bus è possibile raggiungere un numero illimitato di posizioni.

Up

Perché il cavo di alimentazione KPWR-MC1... ha una linea di rilevamento se questa non è necessaria per il controllore SFC-DC?
Il cavo di alimentazione deve disporre di una funzione di rilevamento da utilizzare con le generazioni future di controllori. Quando la corrente fluisce attraverso il cavo di alimentazione e raggiunge l'utenza, nel cavo di alimentazione si determina una caduta di tensione. Le linee di rilevamento vengono utilizzate per misurare la tensione direttamente sull'utenza in modo tale da compensare la caduta di tensione nella linea di alimentazione.

Up

Cilindro elettrico DNCE

Il DNCE con il relativo gruppo motore viene fornito completamente assemblato?

Sì. Su richiesta, Festo può occuparsi dell'assemblaggio completo. In alternativa, il gruppo motore viene fornito separatamente.

Up

Il cilindro elettrico DNCE si blocca automaticamente?
La guida a strisciamento è auto-ritardante. Questo significa che, in caso di vibrazioni, non è possibile escludere i movimenti lenti. L'intero sistema, compreso il gruppo motore MTR-DCI, è autobloccante. La guida a ricircolo di sfere non è mai autobloccante.

Up

Quando si utilizza il kit parallelo, come viene tensionata la cinghia?

Per mezzo di una vite di bloccaggio nel corpo della cinghia. La corretta tensione della cinghia è indicata nelle istruzioni per l'uso.

Up

È possibile applicare la forza max. e la velocità max. con il DNCE?

Nell'esecuzione con guida a strisciamento (LS), la forza di avanzamento dipende dalla velocità (vedere il grafico nel catalogo).

Up

L'attuatore può continuare ad essere utilizzato anche dopo l'attivazione della protezione antirotazione dell'asta?

Sì, la protezione antirotazione mantiene la sua funzione. Poiché questo determina un cambiamento della posizione, è necessario eseguire nuovamente la corsa di riferimento.

Up

Il DNCE può essere ordinato anche per un motore di un altro fornitore?

Sì. In questo caso, l'albero viene fornito con una flangia adatta al motore del fornitore terzo.

Up

Quali motori sono consigliati per il DNCE?

Come indicato nel catalogo, entrambi i modelli di cilindro possono essere combinati a determinati servomotori MTR-AC, motori passo-passo MTR-ST e all'unità motore MTR-DCI. Durante la fase di progettazione, tenete presente che talvolta le velocità massime e/o le forze di avanzamento dei cilindri elettrici non vengono raggiunte poiché i limiti sono determinati dai motori. Per il corretto dimensionamento del DNCE e del motore, consigliamo di utilizzare il software di progettazione Positioning Drives.

Up

È possibile utilizzare anche dei sensori di finecorsa con il DNCE?

Sì, ma tenendo presente che, in associazione al MTR-DCI, è possibile utilizzare solo gli interruttori SMT-8.

Up

Dove posso trovare informazioni sulle prestazioni di un DNCE in associazione ad un dato gruppo motore?

Ti preghiamo di contattare i nostri consulenti tecnici dell'ufficio vendite della tua zona (tel. 0180 303 3000). I consulenti progetteranno la tua applicazione utilizzando il gruppo motore scelto.

Up

Il DNCE può esercitare una pressione con diverse forze in condizioni di arresto come un cilindro pneumatico?

Sì, utilizzando un servomotore nel modo operativo "controllo della coppia".

Up

Il DNCE può essere azionato anche tramite Profibus?

Il gruppo motore con servomotore è disponibile anche con interfaccia Profibus.

Up

Attuatore MTR-AC

In quante modalità può essere azionato il servomotore MTR-AC?

Il controllore motore SEC-AC per il servomotore MTR-SC può essere azionato in 4 modalità.

  • Controllo della coppia
  • Regolazione della velocità
  • Controllo di posizione
  • Controllo di posizione - Modalità sincrona

Up

È possibile commutare fra le diverse modalità durante il funzionamento?

Sì, la modalità può essere modificata senza problemi utilizzando l'azionamento bus.

Up

Quante combinazioni di posizionamento possono essere salvate in modalità I/O?

Nella modalità I/O è possibile salvare 16 profili di corsa, incl. la corsa di riferimento.

Up

Una posizione selezionata può essere attraversata ad una velocità selezionabile?

Sì, se la velocità finale variabile non è zero la posizione viene attraversata alla velocità specificata.

Up

Quanti profili di corsa differenti sono necessari per consentire all'attuatore di continuare a percorrere la stessa distanza?

Affinché l'attuatore possa percorrere sempre la stessa distanza è necessario un unico profilo di corsa, che viene selezionato ripetutamente. Il parametro di posizionamento è impostato su relativo.

Up

Quanti profili di corsa sono disponibili per il funzionamento bus?

Con l'azionamento bus, nel controllore può essere memorizzato ed eseguito un numero illimitato di profili di guida.

Up

Quali parametri vengono utilizzati per avviare un sistema di attuatori?

Festo fornisce per tutte le combinazioni di attuatori tutti i parametri di comando SEC necessari su CD ROM.

Up

Qual è il comportamento di arresto del controllore quando l'abilitazione viene annullata?

Il motore frena con un gradiente predefinito e si arresta nella modalità controllo di posizione.

Up

Qual è il comportamento di arresto del controllore in caso di avvicinamento a un sensore di finecorsa?

Il motore frena con un gradiente predefinito e si arresta nella modalità controllo di posizione.

Up

Il controllore può essere azionato in modalità bus senza ingressi digitali?

Gli ingressi per l'abilitazione del modulo di uscita e l'abilitazione del controllore sono necessari anche nella modalità bus.

Up

I nostri servomotori possono essere utilizzati anche in condizioni di vuoto?

Un servomotore MTR-AC può essere utilizzato anche in condizioni di vuoto se vengono rispettati i seguenti presupposti:

ordinate un'esecuzione speciale con un foro per la compensazione della pressione. In questo caso, nel coperchio viene realizzato un piccolo foro nel quale viene inserito un silenziatore sinterizzato. Il motore rimane quello standard, ma la modifica lo rende più lungo di 10 mm. A questo punto, il motore può essere utilizzato nel basso vuoto fino a circa 1 mbar, ma non nell'alto vuoto a causa del degassamento del grasso lubrificante e dell'isolamento. La dispersione di calore non costituisce il problema principale, poiché circa l'80% del calore viene disperso attraverso la flangia motore e solo il 20% attraverso l'aria. Naturalmente, il motore deve essere dimensionato correttamente in considerazione della distribuzione del carico e della temperatura ambiente.

Up

Con quale frequenza il connettore del cavo motore e del cavo resolver può essere scollegato dal servomotore MTR-AC?

I connettori sono concepiti per supportare circa 50 cicli di collegamento.

Up

Con quale precisione possono essere comandate le forze e le coppie con il MTR-AC?

In associazione al SEC-AC, i nostri servomotori MTR-AC possono essere azionati nelle modalità controllo di posizione, regolazione della velocità o controllo della coppia.
È importante tenere presente che, nella modalità di controllo della coppia, viene misurata e regolata solo la corrente motore.
La corrente motore è proporzionale alla coppia del motore se gli effetti dell'attrito sono trascurabili e il motore non è in condizioni di saturazione magnetica.
Questo significa che il controllo della coppia è indiretto e gli effetti dell'attrito non possono essere corretti. Pertanto, la precisione attesa della forza o della coppia non può essere superiore alle forze di attrito presenti.

Up

Quale temperatura può raggiungere un servomotore?

La temperatura del corpo motore può raggiungere 100°C durante il funzionamento.
Generalmente, i servomotori sono inoltre protetti da un PTC. L'uscita PTC è collegata al servocontrollore.
Il servocontrollore disinserisce l'alimentazione di tensione del motore non appena la temperatura interna del motore supera i 125 °C.

Up

Un servomotore può essere utilizzato anche a temperature ambiente più elevate?

I nostri servomotori MTR-AC sono concepiti per temperature ambiente fino a 40° C. Ciò significa che le specifiche di potenza d'uscita indicate nel catalogo vengono raggiunte fino a questo valore. A temperature ambiente superiori la dispersione di calore si riduce. Per evitare un surriscaldamento dei motori, questi possono essere azionati solo ad una potenza d'uscita ridotta (derating). Le curve di derating dei motori sono disponibili per temperature ambiente fino a 100° C e consentono di verificare la fattibilità di un'applicazione particolare. Quando si utilizzano motori a ingranaggi è necessario controllare anche la sollecitazione termica sul riduttore.

Up

Controllori

Quale funzione svolge l'"arresto sicuro" sui controllori Festo?

Viene impedita la riaccensione del motore tramite due canali.

1° canale: scollega l'abilitazione del controllore

2° canale: interrompe l'alimentazione dello stadio di uscita con relè

Up

I controllori motore SEC-AC –305 e SEC-AC-508 sono dotati di filtri di rete?
Sì, i nostri controllori motore sono dotati di serie di filtri di rete.

Up

Con quale lunghezza della linea è consigliato l'uso di filtri di rete aggiuntivi?
Un filtro di rete aggiuntivo dovrebbe essere installato con cavi di lunghezza pari o superiore a 5 m.

Up

Perché si determina una riduzione della corsa quando i sistemi servopneumatici vengono utilizzati in associazione al controllore assi SPC200?
La riduzione della corsa in corrispondenza dei due finecorsa garantisce un volume d'aria minimo necessario per un posizionamento affidabile. La corsa di riserva deve essere mantenuta su ciascun lato dell'attuatore. La corsa massima posizionabile è: corsa posizionabile = corsa complessiva dell'asse – due volte la corsa di riserva

Up

...

Perché il mio MTR-DCI-32-...-PB non funziona nonostante sia collegato alla tensione di carico?

Questo errore si verifica quando è collegata solo la tensione di carico. La tensione logica per questa dimensione ed esecuzione viene fornita da un adattatore speciale (TN 537934) tramite l'interfaccia Profibus. L'adattatore è un accessorio indispensabile per questa dimensione. L'adattatore non è necessario per il funzionamento di altre dimensioni (42, 52, 62) con interfacce Profibus. È necessario solo se la tensione di carico deve essere isolata dalla tensione logica, ad es. per aprire una porta di sicurezza.

Up

Perché gli attuatori elettrici hanno un grado di protezione IP, soprattutto per gli assi?

Questo, laddove necessario, prende in considerazione l'intero sistema, ossia asse, motore e controllore.

Up

Qual è la differenza principale fra un servo-attuatore e un motore passo-passo?

Un servo-attuatore è un sistema regolato.
Il servomotore presenta un resolver per la misurazione del disassamento. Viene eseguito un confronto continuo fra la posizione nominale e la posizione reale. Ciò significa che il servo-attuatore si sposta esattamente in base al profilo di movimento specificato.
Il servomotore ha una coppia elevata sull'intero intervallo di velocità e può essere temporaneamente sovraccaricato di 2-3 volte la coppia nominale.

Il motore passo-passo è un sistema controllato.
Il posizionamento viene eseguito specificando il numero di impulsi di controllo. La coppia si riduce lungo l'intervallo di velocità e, se viene superata, sussiste il rischio di "perdita di passi".

Up

Quando devo utilizzare un motore passo-passo/servomotore/motore in corrente continua?

I servomotori sono ideali per un'elevata precisione ed elevate velocità.
Al contrario, se la velocità e la precisione non sono prioritarie, è possibile utilizzare i meno costosi motori passo-passo.

Up

In quali casi è consigliabile/necessario un freno nel motore?

Generalmente, un freno è consigliabile su un albero verticale.
Questo evita l'"abbassamento" del carico nel caso in cui l'attuatore non venga abilitato o non sia collegato a un'alimentazione di tensione. Esistono alcune eccezioni, come i meccanismi di bloccaggio automatico, in cui la presenza di un freno non è indispensabile.

Up

È possibile montare un motore di un altro fornitore su un asse elettrico di Festo?

Sì, Festo può fabbricare l'asse con la flangia adatta per un motore di un altro fornitore.

Up

Perché gli alberi del carrello non hanno una sede per chiavetta?

Festo utilizza dei giunti con accoppiamento di forza. Questi sono a gioco zero ed esenti da usura, con una sicurezza contro i sovraccarichi del 200%.
Gli accoppiamenti con scanalatura e chiavetta presentano dei grossi svantaggi per il posizionamento: il montaggio richiede un determinato gioco minimo sui bordi laterali (gioco angolare). Questo determina un gioco di inversione e quindi una scarsa precisione di posizionamento. Inoltre, con il passare del tempo i bordi vengono "deviati", con un conseguente aumento del gioco angolare fra il mozzo dell'accoppiamento e l'albero motore. Gli accoppiamenti con scanalatura e chiavetta vengono pertanto utilizzati sui motori elettrici che funzionano in continuo con un'unica direzione di rotazione e coppia e non sono adatti per il funzionamento in commutazione.

Up

Cosa si intende con il termine resolver?

Un resolver è un sistema di misura induttivo.
Il suo principio di funzionamento è lo stesso di un generatore di segnali, ossia viene generata una tensione alternata sinusoidale la cui frequenza dipende direttamente dalla velocità.
Questa frequenza viene utilizzata dall'elettronica per calcolare la velocità, l'accelerazione e la posizione.

Up

Cos'è un sistema di misura incrementale?

In un sistema di misura incrementale non esiste lo zero fisso. È necessario utilizzare una corsa di riferimento per definire uno zero prima di poter raggiungere una posizione assoluta.

Up

Il SEC-AC può essere utilizzato anche con una tensione alternata 115 V?

Il SEC-AC può essere azionato anche con una tensione alternata 115 V. Tuttavia, con questa tensione il motore collegato non sarà in grado di raggiungere i suoi valori nominali e di picco.

Up

Gli errori di posizione si accumulano nella "corsa relativa" continua?

Ogni sistema di posizionamento ha come unità di movimento minima l'incremento. Se è possibile trasferire la posizione nominale al controllore direttamente in incrementi, quando si utilizza il posizionamento relativo non si determina alcun errore cumulativo. Se il controllore di posizionamento riceve la posizione nominale come costante di avanzamento calcolata dall'utente, l'errore di arrotondamento si traduce spesso in un errore cumulativo.
Gli errori di posizionamento possono accumularsi anche se vengono effettuati ripetutamente dei movimenti rispetto all'ultima posizione effettiva. Pertanto, sul SEC-AC Festo offre la possibilità di eseguire movimenti rispetto all'ultima posizione nominale.

Up

Perché, nel caso degli assi con trasmissione a vite senza fine e a cinghia dentata, è necessaria una corsa di riserva?

Su entrambe le estremità degli attuatori è presente una corsa di riserva che garantisce una distanza di sicurezza prima del finecorsa meccanico.

Up

La riduzione della corsa nei sistemi servopneumatici è già considerata nella corsa dell'asse?

No, la corsa massima impostabile è:
Corsa posizionabile = corsa complessiva dell'asse – due volte la corsa di riserva
Attenzione: mantenere la corsa di riserva su ciascun lato dell'unità di azionamento.

Up

La corsa di riserva utilizzata negli assi a vite senza fine e a cinghia dentata riduce la corsa utile?

No, la corsa complessiva dell'asse comprende anche due volte la corsa di riserva.
Esempio: DGE-25-500-SP

Corsa utile = 500 mm
Corsa di riserva = (2x10mm) = 20 mm

Corsa complessiva = 500 mm + 20 mm = 520 mm

Up

Come viene calcolata la corsa di riserva?

Non è possibile calcolare la corsa di riserva per ciascun finecorsa. Si tratta di una distanza di sicurezza dal finecorsa meccanico rispetto alla corsa utile utilizzata. Di conseguenza, esiste sempre una riserva rispetto all'arresto meccanico, ad es. per gli interruttori di finecorsa hardware per frenare in sicurezza il sistema senza colpire il finecorsa meccanico.
La corsa di riserva è generalmente pari alla costante di avanzamento dell'albero.

Up

Perché la regolazione esatta del pretensionamento della cinghia dentata è così importante in un asse con trasmissione a cinghia dentata?

In un asse lineare, il pretensionamento della cinghia dentata influisce in misura significativa sulle prestazioni generali dell'asse, in particolare sulla durata e sul resistenza della cinghia al salto nelle fasi di carico massimo.
In generale, un pretensionamento eccessivo non solo sovraccarica inutilmente i cuscinetti dei dischi dentati, ma danneggia anche la cinghia, in particolare a causa degli elevati carichi di flessione sui fili di collegamento.
Dall'altra parte, un pretensionamento insufficiente provoca il salto della cinghia dentata.
Il compito principale del pretensionamento è pertanto garantire un ingranaggio corretto del lato lento della cinghia, quasi totalmente allentato con le forze di avanzamento massime, con il disco di uscita.

Le forze di pretensionamento degli assi con trasmissione a cinghia dentata Festo sono concepite in modo tale che questo comportamento di funzionamento venga garantito anche a fronte della massima forza di avanzamento.

Up

Quali alimentatori sono consigliati per il MTR-DCI?

Quali alimentatori sono consigliati per il MTR-DCI?
Durante l'azionamento e l'avvio, i motori in corrente continua regolati hanno un assorbimento di corrente superiore di molte volte l'assorbimento durante il normale funzionamento.
In queste fasi, queste utenze rappresentano un temporaneo sovraccarico per l'alimentatore.
La corrente nominale dell'alimentatore dovrebbe essere almeno uguale alla corrente di punta del motore e, per tenere in considerazione le tolleranze del motore, dovrebbe essere prevista una riserva di corrente del 20%-50%.
Nella tabella seguente sono riportati i limiti di corrente minimi esatti per la scelta di un alimentatore con curva caratteristica U/I.


Tipo di motore/tensione Corrente nominale motore [A] Corrente di punta motore [A] Corrente nominale alimentatore [A]
MTR-DCI-32/24V 0,732,1da 3
MTR-DCI-42/24V 23,8da 6
MTR-DCI-52/24V 57,7da 10
MTR-DCI-62/48V 6,1920da 15

Up

Qual è la precisione di ripetibilità degli assi mandrino e cinghia dentata?

Assi cinghia dentata:
DGE-...-ZR da +-0,008 mm a +- 0,1 mm
DGEA +- 0,05 mm

Assi mandrino:
DGE-...-SP +-0,02 mm

Up

Qual è la differenza fra le due sigle seguenti: DGEL-...-ZR-KF e DGE-...-ZR?

DGEL-25-...-KF è una vecchia sigla che indica un asse a cinghia dentata con una guida a ricircolo di sfere (L sta per Laufwagen, ossia carrello mobile).
La sigla DGE-...-ZR indica il sistema modulare di un asse a cinghia dentata in cui è possibile selezionare una guida a ricircolo di sfere (KF).
La struttura dei due assi è identica.

Up

Posso utilizzare i sensori SME/SMT con gli assi elettrici DGE?

Negli assi lineari DGE-ZR e DGE-SP sono integrati dei magneti permanenti. Ciò significa che è possibile utilizzare dei sensori SMT/SME ad azionamento magnetico. I sensori possono essere inseriti nell'apposita scanalatura nel profilo dell'attuatore.

Up

Cosa bisogna considerare quando si utilizzano i sensori di finecorsa SME/SMT negli assi elettrici?

I sensori SME/SMT hanno una corsa di commutazione limitata e, di conseguenza, non possono essere installati direttamente nel finecorsa meccanico. Pertanto, fra il sensore e il finecorsa meccanico viene a trovarsi un settore non monitorato.

Up

Posso utilizzare i sensori SME/SMT con gli assi elettrici DGEA?

Non ci sono magneti permanenti nell'asse a sbalzo DGEA e nell'asse con guida a rulli DGE-ZR-RF. Di conseguenza non è possibile utilizzare i sensori SMT/SME.

Up

Il segnale d'uscita dal trasduttore di posizione in un azionamento DNCI-... può essere letto direttamente in un PLC?

No, il segnale di misurazione corrisponde a un segnale sin/cos grezzo nell'intervallo dei millivolt.
Festo offre un convertitore di misura in grado di convertire il segnale d'uscita del trasduttore di posizione in un segnale 0-10 V o 4-20 mA.

Up

Quali sensori/interruttori sono consigliati per gli assi elettrici?

Per gli assi elettrici consigliamo di utilizzare i sensori induttivi di tipo SIEN-....
Per ciascun asse sono disponibili i materiali di montaggio (squadretta di fissaggio HWS) e i blocchetti di connessione (SF) appropriati. Questi componenti evitano che si crei un settore non definito fra il punto di riferimento, il punto del finecorsa e il finecorsa meccanico.

Up

In che modo si può aumentare la protezione della guida dell'asse DGE in ambienti gravosi?

Gli assi con trasmissione a cinghia dentata DGE-ZR-KF, gli assi con trasmissione a vite senza fine DGE-SP-KF e gli assi di posizionamento DMES sono disponibili in una versione con protezione antipolvere (versione GA) nelle dimensioni 25 e 40.

Up

Perché la costante di avanzamento di un asse cinghia dentata è così imprecisa rispetto a un mandrino?

La costante di avanzamento è lo spostamento assiale dell'asse per una rotazione esatta del pignone dentato. Per la costante di avanzamento non viene specificata alcuna tolleranza. I fattori che influiscono sulla costante comprendono l'impostazione di pretensionamento della cinghia dentata e le tolleranze di produzione della cinghia dentata e del pignone dentato. Pertanto, l'esatta costante di avanzamento deve essere determinata separatamente per ciascun asse.

Up

Quando è necessario utilizzare un interruttore di riferimento con un attuatore elettrico?

Gli attuatori elettrici di Festo utilizzano esclusivamente dei sensori di disassamento incrementali.
Questi sensori sono in grado di rilevare le variazioni di posizione e di emetterle come treno d'impulsi. Per determinare un punto di riferimento per la misurazione assoluta della posizione, dopo l'avvio è pertanto necessaria una corsa di riferimento. Il punto di riferimento per tale corsa può essere un interruttore di riferimento separato, un sensore di finecorsa o persino un arresto meccanico.

Nel controllore motore per i servomotori SEC-AC, uno dei due interruttori di finecorsa normalmente integrati per ragioni di sicurezza viene utilizzato di default per la definizione del riferimento. Tuttavia, è anche possibile utilizzare un interruttore di riferimento separato o definire il riferimento all'arresto.

L'azionamento del motore passo-passo SPC200-SMX in associazione al controllore motore passo-passo SEC-ST richiede un interruttore di riferimento separato. Non è possibile utilizzare gli interruttori di finecorsa poiché in questo caso devono essere utilizzati dei contatti NC (normalmente chiusi), mentre l'interruttore di riferimento è impostato su NA (normalmente aperto). La definizione del riferimento all'arresto non è possibile poiché il motore passo-passo non contiene un sistema di misura. Il sistema di comando non è in grado di rilevare l'arresto.

Con la mini-slitta SLT-E e l'attuatore lineare HME, oltre alla definizione del riferimento all'interruttore di riferimento è anche possibile definire il riferimento all'arresto. Per ottenere un buon grado di precisione è necessario rimuovere il paracolpi dalla battuta di arresto. Consigliamo di utilizzare un sensore di riferimento già integrato nell'HME.

L'unità motore MTR-DCI è un caso speciale. Qui la posizione viene salvata quando l'unità è disattivata. Se è possibile garantire che l'attuatore non compia movimenti durante la fase di disattivazione, la corsa di riferimento non è necessaria. In abbinamento all'asse di posizionamento DMES, la definizione del riferimento alla battuta di arresto o all'arresto meccanico anziché all'interruttore di riferimento può essere eseguita senza limitazioni.

Up

Qual è la differenza fra precisione di posizionamento e precisione di ripetibilità?

La precisione di ripetibilità esprime la deviazione con cui viene raggiunto un valore di posizione avvicinato più volte (in condizioni identiche).
La precisione di posizionamento è la deviazione fra le posizioni raggiunte e una scala di lunghezza concordata e generalmente applicabile. Viene influenzata dalla precisione del sistema di misura utilizzato, dalla deviazione di posizione residua del controllore, da eventuali errori nella costante di alimentazione (ad es. passo del mandrino) e dagli effetti della temperatura.

Up

Quali sono i vantaggi principali degli attuatori elettrici rispetto agli attuatori pneumatici?

Gli attuatori elettrici offrono una flessibilità straordinaria rispetto agli attuatori pneumatici standard, poiché possono essere posizionati liberamente. Sono pertanto più assimilabili agli attuatori servopneumatici.
I vantaggi degli attuatori elettrici rispetto agli attuatori servopneumatici sono:

  • Maggiore precisione, in particolare per gli attuatori con trasmissione a ricircolo di sfere
  • Possibilità di corse più lunghe con gli assi lineari con trasmissione a cinghia dentata
  • Maggiori forze con gli attuatori con trasmissione a ricircolo di sfere
  • Risposta dinamica molto elevata
  • Basso sviluppo di rumorosità

Up

Qual è la differenza fra gli assi DGE-SP e DGE-ZR?

DGE-SP:

  • attuatore lineare con vite a ricircolo di sfere
  • Elevata precisione di ripetibilità
  • Elevate forze di avanzamento (si producono picchi di forza)
  •  Elevata rigidità meccanica alle forze esterne
  • Elevata velocità costante


DGE-ZR:

  • Attuatore lineare con cinghia dentata
  • Elevata velocità e accelerazione
  • Corse lunghe

Up

Qual è la risoluzione di un resolver?

Il segnale resolver è formato da tensioni sinusoidali analogiche. La risoluzione viene definita nel regolatore collegato.
Per il SEC-AC, tale tensione è di 16 bit.
L'uscita encoder in X11 (ad es. per uno slave) viene trasmessa con 1.024 passi per rotazione.

Up

Perché sull'asse DGE-SP la velocità è ridotta?

Come per tutti gli alberi rotativi, anche per gli assi DGE-SP la velocità critica di flessione è il criterio fondamentale per la limitazione della lunghezza. Per i mandrini molto lunghi sottoposti ad un'elevata forza assiale, in alcuni casi anche il carico di punta può essere critico.
La velocità critica di flessione è la velocità alla quale il mandrino esegue la sua oscillazione iniziale. Le ampiezze di oscillazione sono molto elevate attorno alla frequenza di risonanza, e questo provoca il danneggiamento della vite a ricircolo di sfere. La conseguenza è un "fastidioso" rumore di vibrazione. A una velocità ridotta è anche possibile realizzare corse extra lunghe.

Up