Fate spazio!

Macchine da imballaggio più piccole grazie a CPX/MPA

Con la cosiddetta "generazione di macchine apripista" del produttore italiano di macchine da imballaggio Cama, le case farmaceutiche o i produttori di articoli di marca riconquistano spazio nelle loro fabbriche: i nuovi macchinari Cama occupano un terzo dello spazio in meno, grazie al concetto dell'unità di valvole CPX/MPA.

Le macchine della "generazione apripista" creano spazio negli stabilimenti di produzione e nuove prospettive di crescita, per noi e per i nostri clienti", racconta entusiasta Riccardo Panepinto, Operations Director presso il gruppo Cama in Italia. Per i produttori di articoli di marca questo significa aprire nuovi orizzonti nella configurazione degli impianti all'interno delle loro fabbriche. Acquistano flessibilità per integrare altre parti dell'impianto nella linea di produzione. Una delle caratteristiche delle macchine convenzionali è il grande armadio di comando all'esterno della struttura principale della macchina vera e propria. I controllori situati al suo interno sono collegati agli attuatori, sensori e valvole per mezzo di molteplici cavi e tubi di diversi metri di lunghezza.

Macchine più compatte
Grazie alla "generazione apripista", Cama ha potuto operare un restyling delle sue macchine, che ha permesso di ridurne sensibilmente l'ingombro. I quadri di comando corredati dei componenti pneumatici ed elettrici vengono integrati negli angoli del basamento macchina. L'ingombro ridotto delle macchine consente di minimizzare numero e lunghezza di cavi e tubi e di installare i moduli e componenti laddove sono necessari, facilitandone quindi anche l'accesso. Il cuore di questa soluzione è l'unità di valvole CPX/MPA Festo in grado di protezione IP65.

"Le unità di valvole corredate di CPX e fieldbus riducono notevolmente tubi e cavi e, quindi, anche l'ingombro delle nostre macchine", spiega Panepinto. L'unità CPX combina le catene di comando pneumatico ed elettrico e ne permette l’integrazione rapida, semplice, flessibile e confortevole in tutti i sistemi di automazione in conformità agli standard aziendali. "La CPX offre inoltre ampie funzioni diagnostiche, che ci permettono di rispondere con facilità alle esigenze, ad esempio, di manutenzione preventiva, da parte aziende produttrici di articoli di marca", sostiene il costruttore di macchinari.

Cama CPX/MPA

Minor numero di tubi e cavi: la soluzione con unità di valvole CPX/MPA riduce tempi e spazio di installazione di circa un terzo.

Maggiore sicurezza

Anche il tema della sicurezza è integrato nella nuova generazione di macchine. Per scaricare l'impianto, viene utilizzata la valvola di inserimento progressivo e scarico MS6-SV Festo, che assicura una protezione sicura contro l'avvio accidentale e una capacità di scarico 1,5 volte maggiore rispetto a quella di alimentazione.

Nell'ambito della "generazione apripista" delle macchine, Cama sta introducendo la CL 175, un side-loader estremamente flessibile. L'azienda ha completamente rinnovato il layout e il funzionamento di questa macchina di imballaggio, che introduce pellicole termoretraibili, sacchetti, borse, blister e altri imballaggi primari in scatole di cartone pre-incollate.

Mix intelligente di tecnologie

L'unità di caricamento è costituita da un asse EGC elettrico per il movimento preciso nelle posizioni intermedie e da una mini slitta pneumatica DGSL. L'asse EGC permette di ridurre del 30% i tempi di montaggio, rispetto a soluzioni con assi elettrici realizzate e montate in proprio.
L'impiego combinato della tecnologia pneumatica ed elettrica garantisce la massima precisione e capacità di carico.

Cama SpA

Via Como, 9
23846 Garbagnate Monastero
Italia

www.camagroup.com

Campo di attività: progettazione tecnica e creazione di sistemi e macchinari per il confezionamento secondario

  1. Questo articolo è apparso nella rivista per i clienti Festo trends in Automation 1.2015
  2. Foto: Cama

febbraio 2015

Panoramica