Automatizzazione macchinari in ottica Industry 4.0

L’automazione elettrica si è evoluta in modo esponenziale e la partnership tra OSAI e Festo ha permesso di affrontare le sfide a essa legata oltre a sviluppare idee, dal risparmio energetico alla prevenzione, fino all’analisi di affidabilità.

La collaborazione tra Festo e OSAI prosegue in ottica Industry 4.0, un percorso in cui le aziende hanno modo di agire in sinergia e dove è fondamentale mettere al centro le persone per dare valore alle nuove soluzioni tecnologiche. “L’Industria 4.0, così come tutto il processo di Industrial Transformation, non è più solo un trend”, come raccontano Antonio Epifani, Product Market Manager Festo, e Carlalberto Vermi, Technology business developer. “Rende protagoniste persone competenti e innovazione, soprattutto in relazione all’automazione elettrica”.

L’automazione elettrica si è evoluta in modo esponenziale e la partnership tra OSAI e Festo ha permesso di affrontare le sfide a essa legata oltre a sviluppare idee, dal risparmio energetico alla prevenzione, fino all’analisi di affidabilità. “Per Osai, Festo è un fornitore storico. Fra le due realtà si è sviluppata negli anni una vera e propria partnership”, racconta Franco Cresto, Manager Ufficio Progetto Meccanico. “Questo stretto legame nasce anche da numerosi vantaggi che differenziano Festo dai suoi competitor, come l’efficiente collaborazione, la disponibilità tecnica e commerciale dell’azienda e l’avanguardia che la distingue. Una continua evoluzione tecnologica che mette a disposizione persone qualificate. Da qui nasce il nostro costante confronto per utilizzare dispositivi utili a migliorare il risparmio energetico, nell’ottica di una continua crescita. Obiettivo che continuiamo a perseguire con eccellenti risultati”.

“La visione di Festo è proprio quella di anticipare le esigenze dei nostri clienti per soddisfarle proattivamente. Per ottenere un’ottima collaborazione è importante unire la nostra tecnologia al know-how dei clienti, ed è questo il caso di Osai”, spiega Epifani. “Ogni anno ci impegniamo per proporre novità tecnologiche, ma riteniamo fondamentale cogliere le necessità del cliente per una crescita reciproca. Essere costantemente in sinergia permette di accelerare i processi di sviluppo e ottenere i risultati prefissati”.

Evoluzione continua in risposta alle esigenze del mercato

La forte sinergia che lega le due aziende ha permesso di sviluppare il progetto partito a marzo 2020, proprio a inizio pandemia. “Da entrambe le parti è stato necessario confrontarsi con un modo tutto nuovo di lavorare, da remoto, e mai sperimentato prima in fase di progettazione”, racconta Mecarini. “Spiegarsi, trasmettere le reali esigenze, affrontare le varie sfaccettature del progetto non è stato semplice, non è mai come guardarsi direttamente negli occhi attorno allo stesso tavolo”, prosegue Barlocco. “Questo però non ci ha impedito di dare il massimo e a ripensarci non ricordo difficoltà particolari, e forse è dovuto alla grande professionalità, disponibilità e collaborazione di tutti gli attori coinvolti”. Una visione quella di Festo in cui si rivede anche OSAI: “l’anno da poco concluso e quello che stiamo vivendo rappresentano un periodo storico molto particolare, che nessuno si aspettava di dover affrontare”, conferma Cresto. “Non si può negare che inizialmente l’adattarsi a nuove forme di lavoro e di ritmi abbia causato alcune difficoltà, ma la capacità di entrambe le aziende di evolvere e adattarsi ai tempi ha saputo sviluppare nuovi modi costruttivi di comunicare, con l’unico obiettivo comune di raggiungere i risultati attesi”.

Il sapersi adattare alle nuove esigenze ha consolidato il rapporto tra OSAI e Festo, che oltre a competenza e professionalità, hanno messo in campo ambizione e volontà a migliorarsi costantemente. “Oltre al progetto, due sono stati i risultati più importanti ottenuti da questa partnership: la capacità di adattamento e il rispetto delle esigenze delle singole persone coinvolte”, conclude Cresto. “Questa esperienza ha sicuramente aumentato la sicurezza nelle capacità dei singoli collaboratori, spesso costretti a ‘’navigare’’ in modo totalmente autonomo anche in attività a loro meno vicine. Ci siamo resi più disponibili verso gli altri, abbiamo dato più valore al dialogo e, non meno importante, alle competenze tecniche di ognuno, alla base dell’intero percorso”.

Soluzioni affidabili, sicure e all'avanguardia

Durante il 2020 le due aziende hanno lavorato a un progetto volto a sviluppare in tempi ridotti una nuova linea tecnologicamente evoluta.

Uno degli aspetti che ha permesso l’accelerazione di tutte le fasi di realizzazione della macchina – dalla progettazione alla messa in servizio – con la sicurezza di avere un sistema ben dimensionato, è stata la possibilità di avere Festo come unico fornitore sia di soluzioni meccaniche sia di Motion Control. “Essere l’unica interfaccia per un cliente, che ha la necessità di sviluppare e realizzare un’applicazione, significa essere costantemente presenti”, racconta Epifani. “Per fare un paragone, ci teniamo a offrire un servizio “sartoriale” che metta a disposizione del cliente le giuste figure per rispondere all’esigenza espressa”.

Il progetto, come anticipato, è stato sviluppato grazie alla collaborazione fra differenti team, “i tecnici che hanno lavorato al progetto della linea hanno ricevuto costante supporto tecnico in real-time da Stefano Landi, Automation Solution Consultant Festo, così da dimensionare le diverse applicazioni Electrical Automation”, racconta Mecarini. “Per noi era molto importante assicurare a OSAI di sviluppare l’intero progetto con le stesse figure professionali in tutte le sue fasi. Quindi, una volta avviata la consegna di tutti i componenti previsti, Marco Barlocco, Application Specialist and Solution Developer Festo, si è interamente dedicato alle esigenze dei softwaristi OSAI per l’avvio della programmazione delle varie stazioni”.

Questo però non è l’unico aspetto che ha portato OSAI a scegliere Festo: “una delle caratteristiche fondamentali che OSAI considera per la selezione dei suoi fornitori è sicuramente quella dell’affidabilità delle applicazioni”, spiega Cresto. “L’utilizzo di prodotti tecnologici allo stato dell’arte rappresenta una discriminante nella selezione dei componenti. Con Festo abbiamo potuto soddisfare le nostre esigenze, presentando al mercato soluzioni affidabili, durature e all’avanguardia”.

Panoramica