Test superato: precisione in formato ridotto

Dispositivi di test per terminali mobili con mini portale bidimensionale EXCM

I terminali elettronici mobili nascono in processi altamente automatizzati. Nella maggior parte dei casi, però, i touch screen e i tasti vengono ancora controllati manualmente. PKC Electronics sta seguendo una nuova via con il suo dispositivo di test Chameleon che controlla i terminali mobili con diversi adattatori, in modo rapido, sicuro e automatizzato Il mini portale bidimensionale EXCM si trova proprio nel suo ambiente.

Con il dispositivo di test adattabile del costruttore finlandese PKC Electronics, inizia una nuova era per i controlli dei terminali elettronici, che prima venivano svolti manualmente. Dato che i terminali mobili come smartphone, tablet e navigatori diventano sempre più complessi, con display touch screen e complesse funzioni audio e video, anche il controllo completo dei dispositivi è sempre più complicato. I test funzionali dell'interfaccia utente, i test di strofinamento del touch screen, l'utilizzo dei pulsanti e dell'interruttore sul lato dei terminali mobili e i test dei microfoni e degli altoparlanti richiedono procedure di controllo complete e qualitativamente sicure.
Il mercato in crescita esponenziale di smartphone e tablet fa aumentare la richiesta di dispositivi affidabili per test funzionali completi. Nel solo 2013 sono stati utilizzati 1,4 miliardi di smartphone. Il numero di tablet è cresciuto da 17 milioni nel 2010 a 195 milioni lo scorso anno.

La richiesta necessita di automazione

"Oggi l'essenziale è poter offrire dispositivi di test pronti all'uso in cui si debba soltanto cambiare rapidamente l'adattatore per i vari formati di terminali e, premendo un pulsante, si richiami il software adatto per la procedura di controllo", spiega Kimmo Hyrynkangas, Test Solution Business Area Manager di PKC Electronics in Finlandia. "Molti utenti finali cambiano adattatore e programma in media due volte al giorno", sostiene Hyrynkangas.

"PKC Electronics ha sviluppato un dispositivo di test flessibile in base al nostro concetto e l'ha chiamato Chameleon", racconta Marko Anttila, Operation Manager di Elektrobit. Elektrobit è un produttore finlandese di terminali mobili e sistemi di informazione e intrattenimento per autoveicoli. "Con gli appositi adattatori, è possibile testare in modo rapido ed affidabile anche serie piccole e medie da 10.000 a 100.000 unità", sostiene Anttila.

Dispositivo di test PCK altamente automatizzato

Altamente automatizzato: solo l'inserimento dei terminali mobili avviene manualmente.

Una soluzione molto flessibile

L'elevata flessibilità e adattabilità del dispositivo di test permettono di adattarsi alle numerose varianti e ai cicli di vita sempre più brevi dei terminali mobili. In questo modo, anche i tempi di sviluppo si accorciano sempre più. Già durante la fase di sviluppo è necessario eseguire numerosi controlli. In uno scenario ideale, i sistemi di test devono essere utilizzabili sia in fase di sviluppo che nella produzione in serie. Altri requisiti dei clienti: si dovrebbero raggruppare diverse funzioni di controllo in un'unica fase di controllo per garantire un'applicazione rapida nella produzione in serie. Tra queste funzioni ci sono i test del display e del touch, i test funzionali, i test audio e delle radiofrequenze, ma anche analisi approfondite come l'analisi completamente integrata dei risultati dei test audio. Il sistema Chameleon detta così un nuovo standard di strumenti di test integrati che consentono di controllare un'unica piattaforma compatta.

Integrazione completa

Nel settore si può osservare anche un'altra tendenza: dato che gli strumenti di controllo vengono integrati nelle celle di produzione, i dispositivi di test devono diventare sempre più piccoli. È importante anche riservare una capacità sufficiente per i test, perché il processo di controllo non può essere ostacolato da mancanze di rifornimenti. "I dispositivi di test della serie Chameleon si distinguono sul mercato perché sono in grado di eseguire autonomamente i controlli all'interno del dispositivo", racconta Hyrynkangas.

Dispositivo di test PKC EXCM

Raggiunge qualsiasi posizione nell'area di lavoro: il portale compatto EXCM.

Una posizione perfetta

"Il mini portale bidimensionale EXCM di Festo è approdato sul mercato al momento opportuno", afferma l'ingegnere capo Risto Mäkelä di PKC Electronics, perché "con questo portale di manipolazione compatto e pronto all'uso è possibile eseguire il posizionamento rapido e preciso anche in spazi angusti".

Jukka Merisalo, Key Account Manager di Festo Finnland, aggiunge: "Il portale bidimensionale EXCM si rivela particolarmente utile laddove ogni millimetro è prezioso". Il portale bidimensionale può infatti raggiungere qualsiasi posizione in uno spazio di lavoro. E, per farlo, gli basta una superficie minima, delle dimensioni di un foglio DIN-A4. La cinghia dentata circolare sposta le slitte in uno spazio bidimensionale (asse X-Y). I motori fissi sono accoppiati alla cinghia. Grazie al concetto di attuatore parallelo-cinematico, le masse in movimento sono limitate. Ciò consente un posizionamento rapido, a una velocità massima di 500 mm/s e con una precisione di ripetizione pari a ±0,05 mm.

L'asse Z con la slitta elettrica EGSL assolve le funzioni di controllo dei test di sfioramento e di sfregamento. Inoltre, sulla slitta pneumatica DGSL sono presenti un microfono e un cubo luminoso per i test audio, della telecamera e del display.

Soluzione pronta per l'uso

Anche la messa in funzione e l'integrazione rapida della macchina non sono complesse: il pacchetto parametrizzato degli attuatori e dei controllori offre agli utenti la tranquillità di dedicarsi alle loro principali competenze senza doversi perdere nei dettagli tecnici dell'automazione. "La possibilità di ricevere da Festo un pacchetto completo composto da hardware, software e consulenza ci ha indotti a scegliere Festo", riassume Mäkelä.

PKC Electronics Oy

Pajuniityntie 43
92120 Raahe
Finlandia

www.pkcgroup.com

Campo di attività: soluzioni pronte all'uso per test, controlli energetici e costruzioni e produzioni elettromeccaniche

  1. Questo articolo è apparso nella rivista per i clienti Festo trends in Automation 1.2015
  2. Foto: Matti Immonen
Panoramica