valori e cultura aziendale entra in Festo

Valori e cultura aziendale: entra in Festo!

Più di 20.000 colleghi in tutto il mondo perseguono un obiettivo: la massima produttività e competitività dei nostri clienti. Siamo una forza trainante e vorremmo averti in squadra!

Spirito di iniziativa e inventiva, flessibilità, competenze e propensione al lavoro di squadra.

È abbastanza frequente trovare elencate queste richieste negli annunci di lavoro; caratteristiche che Festo cerca nei candidati e le basi su cui cresce la nostra cultura aziendale.

Quali sono, però, gli aspetti che rendono unica Festo?

Quali i valori a cui facciamo riferimento?

In questa intervista, Manuela Scoglio, Head of Human Resources, e Rachele Monastra, Ricerca e selezione - Human Resources, raccontano la strategia Festo legata alle posizioni aperte nella sezione Jobs@Festo.

Rispondere alle richieste di mercato

La nostra curiosità ci rende da decenni forza trainante per la tecnica dell’automazione.

Più di 20.000 colleghi in tutto il mondo perseguono un obiettivo: la massima produttività e competitività dei nostri clienti.

Questo guida Festo alla ricerca di persone con competenze legate alle nuove tecnologie, “rimanendo al passo con le richieste di mercato e arricchendo con nuove conoscenze i team aziendali”, spiega R. Monastra. “In questo momento, il focus Festo è la promozione del business per quanto riguarda pneumatica e soprattutto il mondo dell’automazione elettrica. Cerchiamo persone che possano coprire queste esigenze, così da rispondere alle necessità dei nostri clienti”.

In particolare, Festo Italia è alla ricerca di nuove figure Application Sales Engineer da inserire nei diversi team, che fanno riferimento a Industry Segment specifiche. “Questa struttura aziendale comporta un passaggio diretto di informazione tra colleghi, portando al costante confronto”, spiega M. Scoglio. “Per questo l’inserimento di una persona ha una duplice finalità. La prima è di elevare le competenze specifiche all’interno della piramide dell’automazione, facendo per l’appunto leva su esperienze e conoscenze delle singole persone. La seconda riguarda l’approccio alla vendita”. Negli anni, Festo ha sviluppato un approccio consulenziale alle vendite, “e alla conoscenza acquisita si somma la visione del mercato. L’importanza della flessibilità, sottolineata all’inizio, e dell’adattabilità alle nuove esigenze, viene rafforzata dal confronto tra persone con esperienze e stili di vendita diversi”, continua M. Scoglio. “Questo aspetto, che non è secondario, è ciò che porta valore aggiunto nel momento dell’inserimento nel team”.

Flessibilità e capacità di confronto

L’esigenza di flessibilità è qualcosa che riguarda l’intero team, “la capacità di cambiare registro, di sapersi confrontare con gli altri a seconda della situazione: sono tutti aspetti della vendita legati alle esigenze del cliente”, spiega M. Scoglio. “Il ruolo sales è la combinazione dell’aspetto puramente commerciale e del lavoro portato avanti con i membri del proprio team e di altri reparti per trovare le soluzioni adatte al cliente”.

La chiave del ruolo sales è proprio l’approccio consulenziale, “tutti quegli aspetti della vendita che implicano interfacciarsi con i diversi livelli dell’organizzazione dell’azienda cliente”, conferma R. Monastra. “Ecco perché è importante il gioco di squadra: alle spalle di qualsiasi proposta fatta all’esterno, c’è tutto il lavoro fatto all’interno del proprio team o con colleghi di altri reparti, pronti a offrire supporto”.

Spirito imprenditoriale, crescita personale e professionale

Uno dei punti chiave del ruolo è l’organizzazione autonoma all’interno dei rispettivi team.

A questo si aggiunge la capacità di porsi ai clienti, “parte dello spirito imprenditoriale richiesto ai candidati in quanto la figura sales è il primo contatto che presenterà Festo all’esterno, diventando anche punto di riferimento”, spiega R. Monastra. “Da qui si snodano altri punti importanti, come problem solving, capacità analitica e di gestione del ritmo lavorativo”.

Ognuno di questi aspetti viene valutato durante il processo di selezione che presenta più step, “per Festo è importante trovare la persona giusta che sia in grado di inserirsi nel percorso interno che verrà proposto”, racconta M. Scoglio. “In ogni fase, la persona candidata si confronterà con colleghi e colleghe Festo di diverso ruolo, così da valutare la sua intelligenza emotiva e vedere l’approccio verso altre persone. Non manca ovviamente la valutazione delle competenze specifiche, alla quale si aggiunge quella in chiave prospettica: come potrebbe essere un domani la persona? Aspetto che apre le porte del percorso di crescita personale e professionale all’interno di Festo”.

Il percorso di crescita ha inizio dal processo di ingresso chiamato Piano di Induction, “all’interno di questo piano ci diamo l’obiettivo di inserire la persona in azienda, facendola sentire parte della cultura aziendale sin dal primo giorno”, continua M. Scoglio. “Per garantire poi lo sviluppo delle nostre risorse sfruttiamo la formula 70-20-10: la fetta più grossa fa riferimento al lavoro quotidiano, poi ci sono affiancamento e studio tramite workshop e corsi specifici. La formula permette di ragionare sul concetto di imprenditorialità e sullo sviluppo di programmi in base al ruolo della persona, con la finalità di accompagnarla nel suo percorso e avere successo in azienda”.

Valori aziendali e workshop

Il segreto della nostra competitività sul mercato sono le persone che sono parte dell’azienda.

Grazie al loro impegno quotidiano, riusciamo a fare la differenza, “ecco perché puntiamo prima di tutto sulle persone”, racconta M. Scoglio. “Il nostro obiettivo è puntare in alto come squadra, e riteniamo importante partire dalla condivisione dei valori”.

I valori Festo sono una guida importante per la collaborazione quotidiana e “riconoscersi in essi e diventare parte attiva del loro sviluppo sono due aspetti che vengono portati avanti attraverso diverse attività aziendali, prima fra tutte il workshop dei valori”, continua M. Scoglio. “Questa attività è molto coinvolgente e stupisce sempre le nuove persone. In un certo senso, da un’azienda industriale non ti aspetteresti un workshop così colorato. E direi che il bello è proprio questo: noi siamo la cultura di questa azienda e noi le diamo valore tramite diverso approccio e visione”. Un’attività fatta di esercizi con immagini e confronto, con l’obiettivo di interiorizzare il comportamento atteso da ogni singolo valore, “senza dimenticare che ci si sente anche verso un determinato valore e si può crescere lavorando sugli altri”.

Tra i workshop organizzati in Festo, quello sul feedback fa parte di un percorso dedicato al cambiamento della cultura aziendale. "Il focus del workshop è quello di creare consapevolezza in merito all’effetto positivo generato dal saper dare e ricevere un feedback, coinvolgendo le persone a ogni livello", spiega M. Scoglio. "Un effetto positivo sullo sviluppo professionale di tutti noi, in quanto la gestione corretta e consapevole del feedback è uno dei pilastri della leadership. Inoltre, la scelta di lavorare con gruppi eterogenei ha l’obiettivo di conoscersi e dare la possibilità di confrontarsi per generare ricchezza".

Durante la giornata "si lavora a partire dal significato e il saper riconoscere un feedback, passando alla modalità con cui dare feedback positivi o correttivi e, infine, sul saper ricevere un feedback per tradurlo in opportunità di crescita", conclude M. Scoglio. "Anche grazie alle simulazioni con cui i partecipanti sperimentano quanto presentato".

settembre 2022

Panoramica