Cilindro senza stelo

Cilindri senza stelo

I cilindri senza stelo sono attuatori pneumatici e, come suggerisce il nome, sono privi di stelo. Ma anche senza stelo, eseguono un movimento lineare, motivo per cui vengono anche chiamati attuatori lineari. I cilindri senza stelo sono usati quando è vantaggiosa una lunghezza di installazione ridotta e quando la forza deve essere assorbita nel modo più uniforme possibile. Consentono inoltre distanze di traslazione molto più lunghe, con corse fino a 8,5 m, non realizzabili con un cilindro standard con stelo.

Cosa sono i cilindri senza stelo?

I cilindri senza stelo appartengono al gruppo dei cilindri pneumatici che vengono azionati mediante aria compressa. Vengono impiegati in un'ampia gamma di applicazioni pneumatiche, ad esempio nella tecnologia di movimentazione, azionamento o manipolazione. Una caratteristica dei cilindri ad accoppiamento meccanico è che la potenza viene trasmessa attraverso un collegamento laterale sul pistone. A tale scopo, è necessaria una fessura nella canna profilata. Nel caso dei cilindri ad accoppiamento magnetico, la forza viene trasmessa con l'ausilio del campo magnetico attraverso una canna profilata chiusa. In entrambe le varianti, la lunghezza di installazione richiesta è notevolmente inferiore rispetto a un cilindro con stelo comparabile.

Vantaggi dei cilindri senza stelo

I principali vantaggi dei cilindri senza stelo sono le corse di traslazione più lunghe e la struttura più corta, che ne consentono un utilizzo particolarmente flessibile. I cilindri senza stelo sono quindi la prima scelta quando lo spazio è limitato. Grazie alle scanalature di fissaggio esistenti sui cilindri senza stelo ad accoppiamento meccanico su vari lati, è possibile installare componenti modulari, come freni o sensori, direttamente sul cilindro stesso. Oltre all'elevata flessibilità di installazione, un nastro di tenuta interno e uno esterno garantiscono buone proprietà di tenuta. In questo modo è possibile effettuare corse lunghe, senza restrizioni.