Regolazione proporzionale della pressione
Regolazione proporzionale della pressione
Compatibilità prodotto
Festo Motion Terminal

Regolazione proporzionale della pressione

Accedere per vedere i prezzi

Indietro ai risultati della ricerca

Per risparmiare spazio e costi di hardware combinando le funzioni di due regolatori proporzionali di pressione individuali e indipendenti in una sola valvola, anche con il vuoto!

Descrizione

Con la Motion App "Regolazione proporzionale della pressione" ci sono due regolatori di pressione per ogni uscita della valvola che possono essere utilizzati per regolare le pressioni indipendentemente l'uno dall'altro. I sensori integrati controllano con precisione la pressione. Solo i sensori di pressione interni (attacchi 1, 2, 3, 4) vengono utilizzati per la regolazione ad anello chiuso. L'utente non è tenuto a fornire dettagli sul sistema, come ad esempio il volume o la tubazione.

Questa Motion App è adatta anche per la regolazione delle applicazioni per il vuoto. Per le applicazioni del vuoto, è anche possibile collegare il vuoto al condotto 3 del Festo Motion Terminal. È possibile collegare contemporaneamente la pressione al condotto 1 del Festo Motion Terminal, ad esempio per un impulso di espulsione. Il possibile campo di applicazione comprende il controllo della pressione per il volume, il controllo della forza per l'area effettiva nota, l'attivazione di valvole di processo e il controllo del vuoto con impulso di espulsione regolato.

Quando si utilizzano contemporaneamente le Motion Apps, è necessario ordinare esattamente il numero esatto di Motion Apps di cui si ha bisogno sul Festo Motion Terminal VTEM.

Dettagli tecnici

- Pressione:

  • -0,9 … +8 bar

 

- Volume minimo:

  • 50 ml

 

- Volume massimo:

  • 2 l (anche volumi maggiori possono essere regolati, ma la valvola limita la portata)

 

- Specifiche nell'applicazione Motion App e tramite il PLC:

  • Pressione di setpoint al condotto 2
  • Pressione di setpoint al condotto 4

 

- Feedback al controllore:

  • Pressione effettiva al condotto 2
  • Pressione effettiva al condotto 4

 

- Caratteristiche di controllo:

  • C1: Piccolo volume (≥0,05 l; ≤0,1 l) La caratteristica di controllo C1 può essere utilizzata per tutti i volumi. Tuttavia, questo può essere molto lento per i volumi più grandi.
  • C2: Volume medio (> 0,1 l; < 1 l)
  • C3: Grande volume (≥1 l)
  • CS: Impostazione specifica del cliente. I parametri del controllore possono essere impostati direttamente con WebConfig:
    • P share = fattore di amplificazione proporzionale per la differenza fra il setpoint e le pressioni effettive
    • I share = fattore di amplificazione per la somma degli scostamenti tra il setpoint e la pressione effettiva
    • TF= Costante di tempo per filtrare il segnale del sensore di pressione interno
    • Tutti i parametri possono essere salvati nel controllore e trasferiti al PLC attraverso il canale di trasferimento e salvati. Quali caratteristiche forniscono i migliori risultati per l'utente dipendono da vari fattori e non possono essere determinate chiaramente senza conoscere l'applicazione del cliente. Il criterio principale è la dimensione del volume.
  • Il regolatore di pressione può fluttuare. In questo caso, si dovrebbe rimandare a diverse caratteristiche di regolazione della pressione. Il primo punto di riferimento è il volume

 

- Note:

  • Un filtro deve essere installato a monte delle valvole azionate in modalità vuoto. In questo modo si evita che corpi estranei nell'aria di aspirazione entrino nella valvola, ad es. durante il funzionamento di una ventosa.
  • Quando si utilizza l'alimentazione interna dell'aria pilota, è necessario mantenere la pressione minima necessaria (3 bar) nel condotto 1.
  • I sensori sono progettati in modo da essere protetti dalle contaminazioni.
  • Vengono rilevate sia la pressione di alimentazione nell'attacco 1 che la pressione di scarico nell'attacco 3. Se all'attacco 3 viene collegato un vuoto, viene determinato il valore di bassa pressione attuale.
  • Quando si utilizza il tubo PUN4, si deve selezionare la caratteristica di controllo C1.
  • Volume zero (uscita valvola intasata): meglio con l'impostazione CS, con la caratteristica di controllo C1 si può ottenere un comportamento di controllo stabile con overshoot.
  • Se la specifica del setpoint di pressione per l'uscita della valvola è maggiore della pressione di alimentazione determinata internamente, il valore del setpoint della pressione interna sarà limitato alla pressione di alimentazione determinata internamente.
  • Se la specifica del setpoint di pressione per l'uscita di una valvola è inferiore alla pressione di scarico di +0,1 bar, questa uscita sarà regolata e completamente esaurita.

 

- Valori caratteristici statici (secondo FN 942030) validi da -0,9 ... 7 bar:

  • Errore di linearità nel campo del 5% ... Valore nominale del 95% in condizioni nominali, in base alla curva caratteristica ideale: 170 mbar
  • Precisione di ripetizione nell'ordine del 5% ... Valore nominale del 95% in condizioni nominali: 80 mbar
  • Isteresi massima nell'intervallo del 5% ... 95% del valore nominale in condizioni nominali: 80 mbar
  • Precisione complessiva nell'intervallo del 5% ... Valore nominale del 95% in condizioni nominali: 210 mbar
  • Sensibilità di risposta nell'intervallo del 5% ... Valore nominale del 95% in condizioni nominali: 80 mbar
  • Max. errore di temperatura su tutto il campo T oltre alla precisione complessiva: ± 50 mbar
  • Soppressione del punto zero:
    • Valore nominale inferiore a 100 mbar sulla pressione di scarico--> scarico
    • Valore nominale 120 mbar o più sulla pressione di scarico--> controllo attivo

 

- Valori caratteristici dinamici (secondo FN 942030) validi da 0 ... 7 bar:

  • Tempo di recupero (tubo PUN 8, 2 m, volume 0,1 l Salto del valore nominale 25% 75% 25%, caratteristica di controllo C1):
    • <1 s
  • Superamento consentito con valori di setpoint che cambiano improvvisamente (volume 0,1 l all'uscita della valvola, caratteristica di regolazione C1):
    • <1% FS